• Italiano

Indipendentemente dalle dimensioni e dalla natura del business, è molto probabile che oggi un’azienda dipenda molto più che in passato dalle informazioni.

Intendiamoci, è sempre stato così ed è uno dei motivi per cui un’azienda gestita con una vera piattaforma gestionale al passo coi tempi è più efficiente di quelle che si affidano ancora a soluzioni artigianali e fuori standard. Ciò che distingue le nuove imprese “data driven” non è solamente il volume delle informazioni che circolano e che se interpretate nel modo giusto, possono scatenare le azioni che servono a incrementare il volume d’affari o la competitività.

La questione è legata piuttosto alla varietà delle fonti informative e al fatto che esse non risiedono necessariamente all’interno dell’azienda stessa, ma possono arrivare dall’esterno senza per questo evitare di impattare molto direttamente sull’andamento del business.

Un esempio a caso? Per un’azienda che produce beni di consumo è fondamentale poter contare su statistiche molto puntuali sull’andamento storico dei prodotti acquistati nei vari punti vendita, per individuare più facilmente i gusti dei suoi clienti finali e formulare una previsione il più possibile corretta sui trend di vendita futuri, pianificando meglio le scorte e predisponendo le necessarie decisioni logistiche. Oggi, tra l’altro, i gusti e i desideri dei consumatori si manifestano anche sui social network ed è molto importante che i processi interni tenessero in conto certe informazioni: un software troppo vetusto sarebbe in grado di farlo?

Un altro problema deriva proprio dall’uso delle informazioni all’interno delle catene decisionali aziendali. Un tempo la reportistica, le tabelle, i grafici degli andamenti, erano destinati a pochi quadri e dirigenti, alle figure che dovevano prendere le decisioni. Da un pezzo le cose sono cambiate. Le informazioni circolano in misura molto più capillare, sono importanti per il lavoro quotidiano di molti collaboratori, in particolare quelli che si devono interfacciare più direttamente con la clientela, per vendere o per fornire servizi di assistenza post vendita. Spesso e volentieri queste persone non hanno a disposizione uno staff di segreteria: devono arrangiarsi da soli per ottenere le informazioni di cui hanno bisogno. Dati che a loro volta verranno in parte inseriti nel sistema gestionale.

Tutto questo lavoro di “estrazione” e reinserimento, specie se ci si deve affidare al fai-da-te, può essere complesso, perché se la fonte non è il sistema gestionale stesso, o un documento Word o Excel, o un messaggio di mail, i dati che interessano potrebbero essere “non strutturati”, ossia non direttamente scrivibili dento n database. Per fornire informazioni utili, di valore per le future decisioni, questi dati dovranno subire una forma di pre-elaborazione.

Morale della favola: l’azienda data-driven può provocare pazzeschi malditesta. Per fortuna Microsoft e NAV-lab dispongono di un farmaco molto efficace: l’integrazione.

Il problema del corretto fluire delle informazioni quando queste dovevano raggiungere funzioni aziendali diverse, o quando il loro formato non era esattamente conforme, richiedeva l’intervento del consulente informatico che doveva sviluppare una o più procedure ad hoc. Con grande dispendio di tempo e denaro, senza contare la successiva formazione dello staff coinvolto. Ogni minimo cambiamento, ogni nuova fonte da aggiungere, ogni report personalizzato implicava un ulteriore intervento.

Nuovi problemi sorgevano quando insieme al gestionale nel lavoro di trattamento erano coinvolti altri applicativi. In quei casi poteva essere necessario configurare la corretta procedura di esportazione o importazione dei dati.

Uno dei vantaggi più significativi di una piattaforma ERP come Microsoft Dynamics 365 Business Central e delle estensioni sviluppata da NAV-lab, Tempo Zero Cloud e Tempo Zero Premium, è che tutte le problematiche qui illustrate vengono azzerate in partenza.

La piattaforma stessa si occupa della coerenza e della omogeneità dei dati interni e prevede opportuni agganci al mondo esterno al gestionale.

Microsoft Dynamics 365 è perfettamente integrato con gli strumenti di Microsoft Office 365 e il sistema ERP Business Central dispone nativamente di funzioni ultra-semplificate per generare, con pochi click, i report più efficaci e soprattutto di strumenti di analisi dei dati che grazie a potenti algoritmi di Intelligenza Artificiale vi aiutano a estrarre tutto il valore di business dalle vostre informazioni.

Nelle realtà delle Piccole e Medie Imprese, dove le risorse di tempo e le competenze specialistiche a volte scarseggiano, questo significa potersi focalizzare sul proprio lavoro, con una marcia in più dal punto di vista informativo. Quella marcia in più che potrebbe risultare decisiva sia in questa fase di estrema tensione per le conseguenze di una pandemia che colpisce duramente anche l’economia, sia soprattutto nella fase di ripresa che seguirà certamente se saremo in grado di rispettare i protocolli di sicurezza.

E il ruolo di NAV-lab?

Sarà ancora più determinante rispetto al passato, quando un consulente si occupava in pratica di problemi di “idraulica informatica”: